Funky Wedding

Bride Wars. Il matrimonio è davvero una guerra?

Kate Hudson, Anne Hathaway, matrimonio

Io vi avviso. Questo sarà un post molto lungo. Però vi dico anche che lo faccio per la vostra sanità mentale. Sappiatelo.

Qualche giorno fa ho visto per la prima volta “Bride Wars”, film del 2009 con protagoniste Anne Hathaway e Kate Hudson.
Era la prima volta che mi capitava di vederlo. Sì, pur lavorando in questo campo!
Ebbene, questa commedia al femminile narra la storia di due migliori amiche, che progettando il loro matrimonio si trovano costrette a dover festeggiare i rispettivi matrimoni nello stesso luogo (l’Hotel Plaza di New York), lo stesso giorno. Insomma, due protagoniste nel giorno in cui la protagonista dovrebbe essere una e solo una. L’incubo di ogni sposa. Le due migliori amiche si trasformano così in due belve pronte ad ogni sotterfugio pur di abbattere la nemica e ottenere la leadership del Plaza, nel giorno prestabilito. E trascorrono il tempo prima del loro matrimonio in un’aria di grande stress e agitazione, rovinandosi quello che dovrebbe essere il periodo più bello della loro vita.
Ora.
Aldilà del fatto che questa è una commedia tipicamente americana, un po’ di verità c’è.

C’è nel fatto che molte volte le future spose appaiono stressate. Esaurite. Spossate. Così agitate che al loro barboncino il mantello diventa liscio. Così agitate che il loro pesce rosso decide di affogarsi nella sua vaschetta d’acqua. Così agitate che il fidanzato si chiede come mai il giorno in cui ha fatto la fatidica proposta non abbia invece pensato di farsi una passeggiata nella foresta amazzonica, dato che forse sarebbe stato più rilassante.
Ma ne vale la pena?
Io credo di no. Voglio dire: il matrimonio deve essere soprattutto una festa. Badate bene: non una festa perché bisogna ubriacarsi e fare baldoria a tutto andare e don’t stop make it pop, DJ blow my speakers up (scusate…a volta la voglia di cantare mi prende in maniera incontenibile). Una festa perché si festeggia, si festeggia un grande amore che viene suggellato ufficialmente. E le feste, devono essere soprattutto divertenti, per chi vi partecipa, ma anche per chi le organizza.
Voi mi direte: eh ma è facile parlare così, prova tu a organizzare un matrimonio e dover pensare a partecipazioni/vestiti/bomboniere/musica/ricevimento/fiori/fotografie/video/varie-ed-eventuali. Sì, è vero: le cose da organizzare sono tantissime, e ovviamente il desiderio più grande è che tutto vada per il meglio.
A questo punto mi sento di dare qualche consiglio, a seconda delle preferenze di ognuna:
1. Assumete un wedding planner. Chiaramente parlo di un vero professionista, non un wedding planner improvvisato. Credetemi, assumere un wedding planner non vuole dire necessariamente spendere più soldi, anzi. Certamente, avrà la sua parcella, ma grazie alla sua esperienza potrete conoscere i fornitori migliori, anche in termini di budget, e quindi ci saranno buone probabilità che riusciate perfino a risparmiare!
2. Se non volete assumere un wedding planner perchè preferite organizzare da sole il vostro matrimonio, allora prendetevi del tempo. Organizzare tutto in pochi mesi vuol dire correre e concentrare tutte le questioni a cui pensare in poco tempo: dilazionando il tutto potrete affrontare ogni esigenza una alla volta, e in secondo luogo, dilazionare anche le spese nel tempo.
3. Ohmmmm….Ohmmmm….il segreto è……………….lo yoga! No scherzo. Però dovete stare calme. Sul serio, ora non sto scherzando. Calme. La mamma vi mette pressione perché dovete andare assolutamente scegliere le bomboniere giuste? Se non riuscite oggi vorrà dire che andrete a vederle domani! Il nastrino delle partecipazioni non è del colore che immaginavate? Il nastrino si può cambiare, a tutto c’è rimedio!
Ricordatevi che questo periodo non si ripeterà mai più, quindi GODETEVELO!

Nadia

 

1 Comment

  1. 02/05/2013 - Rispondi

    Parole sante! credo che il tempo sia la chiave di volta nelle organizzazioni “fai da te”: se si parte in anticipo, si può programmare una bellissima festa senza l’uso del WP.
    Certo una mano da parte di chi, ti organizza in tutto e per tutto il matrimonio, è utile se vuoi solo “il bello” e nessun problema da risolvere, ma qui sono di parte …

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *