Funky Wedding

Unconventional Happening: la cronaca della giornata

Ore 4.00: sveglia. (dopo aver toccato il letto alla 1.00 n.d.r.).
Ore 5.00: partenza, direzione Milano Porta Garibaldi, insieme a Laura, Ennefoto.
Ore 6.30: Noi, armi e bagagli saliamo sul treno Milano-Roma.
Ore 6.30-10.00: ZZZZZZZZZZ (ahah no scherzo, giuro che non ho dormito durante il viaggio, anche se la mia prontezza di riflessi era più o meno quella di un comodino).
Ore 11.00: arrivo al Circo Massimo, davanti al quale si tiene l’Unconventional Happening. Ha deciso più o meno di buttare giù in 10 minuti tutta l’acqua che fa a Roma più o meno in un anno per cui siamo abbastanza fradice. Ma molto, molto felici (io ho perso già la mia frangetta, che come immaginerete al primo accenno di umidità ha deciso di fare le valigie e partire per un lungo viaggio).
L’ambiente è già molto vivo, sono in corso alcuni dei workshop e coloro che non li stanno frequentando sono impegnati a scolarsi il drink di benvenuto e a fare public relations. Io conosco finalmente tutte le organizzatrici di questo meraviglioso evento e incontro per la prima volta dal vivo Valeria, alias Spose Non Convenzionali: ci seguivamo sui social da molto tempo per cui incontrarsi dal vivo è stato veramente bello! E altrettanto bello è stato incontrare molte altre persone che conoscevo sui social ma con cui non c’era ancora stata occasione di vederci (anche per motivi di lontananza), insomma, davvero un bel momento di condivisione!

La giornata continua così tra tirelle mangiate (conoscete MOZAO? Le loro tigelle sono buonissime!), nuove amicizie e photobooth (queste splendide foto sono opera di Fibre di Luce, che ha organizzato un divertentissimo photobooth per l’intera durata della giornata…instancabili insomma!). Qui sono “ritratta” in versione unconventional con Laura, l’amica e fotografa che ci accompagnato in questa avventura e Maria Rita, alias Con le ballerine verdi, che è stato davvero meraviglioso incontrare: la sua energia positiva mi ha letteralmente travolta, il suo entusiasmo è davvero contagioso, credetemi! Io voto per più Maria Rita in the world! :D
Ore 14.00 Inizia il nostro workshop! Dopo aver dato dei consigli su come affrontare il momento della scelta dell’abito da sposa senza dubbi e ansie iniziamo la parte più divertente: la prova degli abiti da sposa! Il workshop si basava infatti sulla possibilità di provare un abito da sposa affrontando poi la macchina fotografica con disinvoltura grazie ai consigli di Laura di Ennefoto. E qui si è scatenata l’agitazione! Diverse ragazze che non seguivano il nostro workshop ma che stavano sbirciando si sono infatti lanciate e ci hanno chiesto di poter provare a loro volta gli abiti…e noi ovviamente abbiamo accettato! E’ stato davvero molto divertente, e capisco tutta l’agitazione…non capita mica tutti i giorni di poter provare degli abiti da sposa! :) E poi via di servizio fotografico: Laura ha illustrato il modo per sentirsi a proprio agio davanti alla macchina fotografica e ha fotografato le ragazze, potete vedere sotto alcuni dei meravigliosi ritratti che ha fatto.
Ore 20.00 E’ già tempo di avviarci verso casa, con tanta gioia nel cuore e l’entusiasmo di aver preso parte a questo progetto!
Un grazie speciale va a: Valeria di Spose Non Convenzionali, per aver lanciato questo bellissimo progetto, averci creduto e lavorato instancabilmente; tutto il team organizzativo di Unconventional Happening, 7 ragazze piene di energia ed entusiasmo e con cui è stato un piacere collaborare, e le elenco tutte perché se lo meritano: Veronica L., Tiziana, Veronica LD., Federica, Valeria, Katy e Francesca; Laura di Ennefoto, fotografa e amica che ci accompagnate in questa splendida avventura; le ragazze partecipanti al workshop, per il loro entusiasmo e la loro attenzione; tutte e dico tutte le persone che abbiamo incontrare, professionisti del settore wedding e non, per la condivisione di esperienze e l’energia palpabile che trasmettevano. E’ stata un’esperienza meravigliosa, e noi siamo state davvero felici di avere partecipato!Qui sotto il reportage dell’evento a opera di Laura, Ennefoto.
Foto di Ennefoto
Nadia

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *